Tag Archives: Vertigine

  • -

Front Page

Tags : 

Studio di Otorinolaringoiatria Russo

Il Dott. Gennaro Russo ricopre la posizione di Dirigente Medico di I livello presso la U.O.C. di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale dell’AORN dei Colli – Ospedale Monaldi.

Gennaro Russo è Prof. a c. della Scuola di Specializzazione in Audiologia e Foniatria dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è Prof. a c. del Master di II livello in Otoneurologia dell’Università degli Studi di Salerno, è Medico-Chirurgo specialista in Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale perfezionato nello studio dei disturbi dell’equilibrio, iscritto all’ordine dei medici-chirurghi di Napoli. Gennaro Russo è anche blogger.

La formazione clinica e chirurgica è stata sviluppata attraverso un percorso di crescita Universitario e Ospedaliero svolto presso l’Università di Napoli “Federico II” nei reparti di Otorinolaringoiatria, Audiologia, Foniatria e Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, presso l’Ospedale V. Monaldi, l’Ospedale Vecchio Pellegrini.

La partecipazione a corsi di approfondimento monotematici ha permesso di acquisire specifiche competenze sui disturbi dell’equilibrio, sulla diagnosi precoce dei tumori della testa e del collo, sulle malformazioni dell’orecchio interno, sull’impianto cocleare e la riabilitazione delle sordità, sull’allergologia. La partecipazione a congressi nazionali e internazionali ha impreziosito le sue conoscenze e reso possibile il confronto con i cultori della materia e le personalità di spicco dell’otorinolaringoiatria.


  • 0

Vertigine e disturbi dell’equilibrio: Dott. Gennaro Russo, Otorino

Tags : 

Vertigine e disturbi dell’equilibrio: Dott. Gennaro Russo Otorino.

Lo Studio Medico del Dr. Gennaro RussoSpecialista in Otorinolaringoiatria (otorino, ORL) e Chirurgia della Testa e del Collo ha una sede situata nei pressi di Napoli, nel comune di Afragola.

Napoli sorge quasi al centro dell’omonimo golfo, dominato dal massiccio vulcanico Vesuvio e delimitato ad est dalla penisola sorrentina con Punta Campanella, ad ovest dai Campi Flegrei con Monte di Procida, a nord ovest-est dal versante meridionale della piana campana che si estende dal lago Patria al nolano.

Lo Studio impegna le sue forze e le sue risorse, sia per pazienti adulti che pediatrici, nell’ambito di:

La diagnostica Otorinolaringoiatrica (otorino, ORL) che viene offerta ad Afragola coniuga i continui progressi tecnologici e scientifici con la salute del Paziente, avvalendosi di strumenti e metodologie all’avanguardia e delle migliori risorse umane.

Vertigine e disturbi dell’equilibrio: Dott. Gennaro Russo ORL.

La vertigine è un sintomo caratterizzato dall’illusione di rotazione o movimento. La vertigine è causata da un alterato funzionamento del sistema dell’equilibrio o apparato vestibolare, che può manifestarsi sotto forma di un’asimmetria periferica acuta o una dismodulazione centrale acuta del guadagno del riflesso vestibolo-oculomotore (VOR). Vertigine dal latino vertere (ruotare).
Il disequilibrio, a differenza della vertigine, è un sintomo meno specifico e non topodiagnostico. Esso è descritto come incapacità a mantenere l’equilibrio. Topodiagnostico vuol dire che non è specifico di una lesione dell’apparato vestibolare, ne tantomeno può escludere una lesione dell’apparato vestibolare stesso. Tale sintomi, infatti, può essere causato da patologie del labirinto e del sistema vestibolare centrale.

La valutazione clinica del sistema dell’equilibrio prende il nome di esame vestibolare o esame otoneurologico. Può essere eseguito anche a letto dell’ammalato (bed-side examination) e comprende una batteria di test, strumentali e non.
– L’esame vestibolare si effettua con sistemi di inibizione della fissazione visiva, quali occhiali di Frenzel, per evitare l’attivazione dell’arco di Ito (retino-cerebello-vestibolo-oculomotore) che inibirebbe un nistagmo di origine periferica.
– L’esame prevede lo studio e la registrazione del nistagmo (Ny) spontaneo, evocato da manovre cliniche e da manovre strumentali; inoltre si ricercano segni non nistagmici.
L’esame vestibolare deve fornire, in conclusione, informazioni circa la simmetria/asimmetria acuta/cronica dell’attività vestibolare in condizioni statiche e dinamiche e lo stato delle vie vestibolari tronco-cerebellari. In questo modo si può distinguere una vertigine periferica da una centrale.

napoli


  • 0

La Vertigine Parossistica Posizionale o VPPB

Tags : 

La Vertigine Parossistica Posizionale Benigna: Dott. Gennaro Russo, Specialista Otorino.

La vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB) è una patologia caratterizzata da brevi episodi di vertigine scatenata dall’assunzione di una determinata posizione.

Tali episodi si ripetono ogni volta che il paziente assume una certa posizione, detta scatenante. E’ causata dal distacco eccessivo di otoconi (cristalli di carbonato di calcio) dalla macula dell’utricolo e dal loro posizionamento nei canali semicircolari posteriore (CSP), laterale (CSL) e più raramente anteriore (CSA). Il diverso peso specifico degli otoconi rispetto all’endolinfa canalare, ne determina il movimento per azione della forza di gravità. La terapia prevede specifiche manovre di riposizionamento degli otoconi.

vppb

-La Vertigine Parossistica Posizionale (VPP) del canale semicircolare posteriore è caratterizzata da una sintomatologia vertiginosa che si scatena nel posizionamento di Dix-Hallpike, cui si associa un Ny parosstico e transitorio dissociato torsionale (orario per il CSP sinistro e antiorario per il CSP destro) verticale up-beating.

-La Vertigine Parossistica Posizionale (VPP) del canale semicircolare laterale è caratterizzata da una sintomatologia vertiginosa che si scatena nella posizione in fianco, durante la manovra di Pagnini-McClure, cui si associa un Ny parossistico e transitorio orizzontale biposizionale bidirezionale (più raramente orizzonto-rotatorio), di tipo geotropo o apogeotropo. Nel primo caso in fianco destro il Ny sarà diretto a destra e in fianco sinistro a sinistra; nel secondo caso al contrario.

Raramente la VPPB può essere causata da una patologia a carico dell’apparato vestibolare centrale.

La Vertigine Parossistica Posizionale Benigna (VPPB): filmato tratto da un Power Point del Dr. Gennaro Russo

La terapia della Vertigine Parossistica Posizionale Benigna (VPPB) consiste nell’allontamento dell’ammasso otoconiale dal canale interessato, mediante una serie di manovre liberatorie.
-La manovra di Epley: prevede il posizionamento in Dix-Hallpike dal lato affetto, successiva rotazione del capo nella posizione di Dix-Hallpike controlaterale, posizionamento in fianco con il capo rivolto verso il basso, ritorno alla posizione eretta.
-La manovra di Gufoni: basculamento dalla posizione seduta verso il lato sano, successiva rotazione del capo in basso.
-La manovra di Gufoni invertita: basculamento dalla posizione seduta verso il lato affetto, successiva rotazione del capo in alto.

In associazione a tali manovre sono descritte delle tecniche di decantazione, che hanno lo scopo di favorire l’allontanamento dell’ammasso otoconiale dal canale sfruttando l’azione della forza di gravità durante le ore notturne. Tale tecnica prende il nome di Posizione Coatta di Vannucchi, ed è specifica per la litiasi del canale semicircolare laterale.
-Litiasi geotropa del CSL: decubito sul lato sano
-Litiasi apogeotropa del CSL: decubito sul lato affetto

Dott. Gennaro Russo
Medico-Chirurgo, Specialista in Otorinolaringoiatria
C.so Garibaldi 38 – Afragola
Prenotazioni: 333-1140738


  • 0

Equilibrio, Postura e Vertigine

Tags : 

Equilibrio, Postura, Vertigine: facciamo un po’ di chiarezza.

Definizione fisica di equilibrio: la verticale passante per il baricentro cade nella base d’appoggio.

Definizione di postura: relazione tra i segmenti corporei nello spazio, in un determinato momento [Thomas, 1940]. Non più una condizione statica di supporto ma la migliore “posizione dinamica” per garantire la corretta esecuzione dell’azione [Marcelli, 2013]. Si può rispettare la definizione di equilibrio anche avendo una postura scorretta.

Equilibrio e postura sono fenomeni correlati ma indipendenti.

Vertigine, dal latino vertere o ruotare: illusione di movimento, proprio o dell’ambiente, generato non necessariamente dal movimento del soggetto.

La funzione dell’apparato vestibolare supera la definizione e il concetto di equilibrio.

L’apparato vestibolare è il punto di convergenza di diversi input sensoriali (vestibolari, visivi e propriocettivi) che danno informazioni circa la posizione del soggetto nello spazio. L’apparato vestibolare, inoltre, ha un ruolo cruciale nella corretta integrazione di tali informazioni (riconoscimento, elaborazione, integrazione, confronto, memorizzazione). In tal modo, l’apparato vestibolare stesso, è in grado di generare delle risposte (vestibolari, visive e propriocettive) che hanno lo scopo di garantire il migliore rapporto possibile del soggetto con lo spazio, in condizioni statiche e dinamiche.

La vertigine è causata da una lesione periferica, che determina un’asimmetria acuta dei G del VOR, o da una lesione centrale, che causa una dismodulazione acuta degli input periferici (VOR) normali. La vertigine è sempre topodiagnostica di lesione a carico dell’apparato vestibolare!

Il disequilibrio origina da una lesione acuta o cronica dell’apparato vestibolare periferico o centrale (non è topodiagnostico!); ovvero da deficit visivi o propriocettivi.

Un ringraziamento al Dott. Vincenzo Marcelli per avermi concesso l’opportunità di condividere parte del suo materiale didattico.

Dott. Gennaro Russo
Medico-Chirurgo, Specialista in Otorinolaringoiatria
C.so Garibaldi 38 – Afragola
Prenotazioni: 333-1140738


Cerca

Categorie

Archivio articoli:

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web. Cookie policy